La cucina gialla -diciotto

La cucina gialla
Diciotto
(prosegue da domenica)

L’alba li trovò che ancora ridevano, e spinse la sua luce fin nell’angolo più nascosto della cucina gialla: tutti erano di buonumore quella mattina. Finalmente Pulce dormiva tranquillo, anche se i ragazzi avevano fatto confusione tutta la notte. Sapere che Luciano era sulla spiaggia, vestito solo dei raggi della luna, lo rendeva particolarmente sorridente e serafico.
“Beh, ragazzi, abbiamo tirato l’alba. Proporrei di andare a letto.”
“Roberta! Da te non me lo sarei mai aspettato! Fare l’alba così… e ora, come farai ad andare al lavoro?”
“Semplice. Non andrò! Telefono e dico che sto male. Sono anni che non manco un giorno. Me lo merito!”
“Beh, sono stupefatto!” Alessandro non si capacitava delle parole di Roberta e continuava a mormorare scuotendo la testa. Continua a leggere “La cucina gialla -diciotto” →