L’ora legale – un riso amaro sulla nostra società

24641_big

Che sia un film divertente è intuibile: i bravi Salvatore Ficarra e Valentino Picone – Salvo e Vale nel film – se la sanno sbrigare in ogni tipo di spettacolo senza essere mai volgari o sopra le righe di una comicità estrema.
In questo film, di cui sono anche registi e sceneggiatori, i due attori ci mostrano una piccola realtà che pare ricalcare la macro realtà del nostro Paese. In un clima di agognato rinnovamento si svolgono le elezioni comunali nel paese di Pietrammare, in Sicilia: i candidati sono il sindaco attuale, tale Gaetano Patané, un Tony Sperandeo ben calato nella parte, che distribuisce buste della spesa ai compaesani insieme alla richiesta di voto, e il professore di liceo Natoli, che annuncia il cambiamento che tutti desiderano. Le elezioni si concludono con l’insperata vittoria di Natoli e Patané si ritira. Continua a leggere “L’ora legale – un riso amaro sulla nostra società” →

“La battaglia di Hacksaw Ridge”, un film che racconta la non violenza attraverso una guerra atroce

la battaglia di hacksaw ridge

La regia magistrale di Mel Gibson al servizio di una storia dalla doppia valenza. Il protagonista, Desmond Doss, si arruola Рparliamo della Seconda Guerra Mondiale Рa 23 anni e lo fa da obiettore di coscienza. Cosa ci va a fare allora in guerra? La sua ambizione ̬ salvare le vite altrui, soccorrerle sul campo di battaglia e impedirne la morte.
Non viene compreso dai superiori e viene osteggiato da tutti; i compagni arrivano a picchiarlo duramente perché vedono in lui un codardo, uno che li metterà in pericolo. Ma lui non cede e non tocca il fucile anche quando lo minacciano di portarlo in prigione. Ed è lì che finisce, infatti, proprio nel giorno in cui doveva sposare la fidanzata. Continua a leggere ““La battaglia di Hacksaw Ridge”, un film che racconta la non violenza attraverso una guerra atroce” →

La Cambogia è piena di sorprese – sei

… segue da qui…

dig

Il cibo da strada è patrimonio mondiale, nel senso che in ogni paese è possibile trovare bancarelle o furgoncini che vendono cibi e bevande, a volte ‘internazionali’, come potrebbe essere un hamburger o un hot dog, ma spesso – e questo ci interessa – sono cibi a connotazione regionale e locale. Io avrei dato la palma d’oro del cibo da strada a Palermo, con il suo pani câ meusa (panino con la milza) e il mitico pane e panelle, che ho mangiato e che ricordo ancora come una poesia ben recitata. Continua a leggere “La Cambogia è piena di sorprese – sei” →

Romanzo erotico? Uno dei più difficili da scrivere

e545acdd172e7665878753b95de220cf

Stephanie Seymour. Vogue, 1995. Photo: Helmut Newton

Qualche giorno fa, su facebook, mi sono imbattuta in queste frasi:

Buongiorno a tutti! Ecco un estratto del mio romanzo erotico!
Dal romanzo erotico Maya o Bocca Di Rosa
“Dai baci passammo alle carezze, io non stavo letteralmente più nella pelle. Avevo voglia di lui, di averlo, di baciarlo, toccarlo, leccarlo, amarlo. Ci toccammo entrambi con un’intensità crescente. Le nostre mani correvano sui corpi nudi e un poco sudati per l’eccitazione e il calore sprigionato.”

Naturalmente – curiosità di lettrice e anche cultrice della parola scritta – ho cliccato sul link per approfondire l’argomento (della difficoltà di scrivere erotismo ne parlai già qui) e ho trovato altre frasi: Continua a leggere “Romanzo erotico? Uno dei più difficili da scrivere” →

La Cambogia è piena di sorprese – cinque

… segue da qui… 

cambogia

Abbiamo girato molto in questo viaggio: nell’immagine ho tracciato il tragitto base, cioè senza le varie digressioni per visite. Soprattutto ci siamo mossi nelle campagne e nelle strade dell’interno. Questo è forse il motivo per cui ho notato la povertà del paese. Se ci si muove solo nelle città principali, come accade in molti tour, non si vedono le stesse cose che si possono notare fuori dai centri più abitati e più ‘ricchi’.
Avrete detto anche voi – o sentito dire -, qualche volta, la frase: “Nascere in un luogo piuttosto che in un altro è questione di fortuna.” Tutti sappiamo cosa significa e cerchiamo di esserne consapevoli, di capirla fino in fondo.
Ma io credo di averla capita bene, di averla assimilata in profondità, solo qui. Continua a leggere “La Cambogia è piena di sorprese – cinque” →

La Cambogia è piena di sorprese – quattro

… segue da qui

img_2336

Sapete la differenza tra viaggio e vacanza? Se vi state riposando al sole, siete in vacanza; se vi muovete continuamente, vi alzate anche alle 5,30 di mattina, se un giorno fate trekking nella giungla e l’altro andate in moto verso la montagna sacra, allora state viaggiando.
Il giro in moto – con un autista, ovvio, che volevo vedere chi avrebbe potuto guidare in quelle condizioni di terreno, e io manco saprei usare la moto in pianura – è stato uno dei momenti più avventurosi: siamo saliti per una stradina molto dissestata, attraversato qualche punto bagnato, passato zone di sabbia alta in cui l’autista si muoveva con i piedi per proseguire. Quindici moto in mezzo al nulla sconnesso. Continua a leggere “La Cambogia è piena di sorprese – quattro” →

La Cambogia è piena di sorprese – tre

… segue da qui

biglietto templi AngkorMa veniamo al bello: templi, antichità, vecchi resti.
Si parte subito alla mattina e, dopo avere fatto un bel biglietto giornaliero da 20 dollari – personalizzato con tanto di foto scattata all’istante -, si mettono in moto biciclette e tuk tuk e si va nella zona di Angkor, con le sue Porte, il tempio Ta Prohm, famoso per il film Tomb Raider – e che scenografia! alberi e radici che inglobano pietre vecchie di secoli -, il Tempio di Bayon, l’Angkor Thom e il tempio di Angkor Wat, patrimonio dell’umanità dal 1992 e famoso per il suo bassorilievo, il più lungo e continuo del mondo. Continua a leggere “La Cambogia è piena di sorprese – tre” →