Solo io e il silenzio

appunti disordinati di Morena Fanti


4 commenti

Nel web sono tutti professori di vita

puffo_quattrocchi1

Vi siete chiesti come mai in giro (bar, autobus, spiagge, supermercati, strade) la maggior parte delle persone non capisce molto, non ha opinioni, non sa mettere insieme due frasi e su internet invece tutti hanno un’opinione e la scrivono ovunque, forse per distribuire questa loro saggezza (saccenza)? Continua a leggere


2 commenti

“Voglio scrivere un libro ma non so se la mia idea è originale”

Talento

Caro amico di google (la frase del titolo l’ho trovata nelle statistiche del blog), non lo sai perché non hai frequentato le biblioteche (lo dico per chi dice che i libri costano cari, che comunque è vero. Le biblioteche sono gratis, ricordatelo, e io le frequento da sempre). In pratica, caro amico che digiti su google, e magari è l’unica attività di scrittura che sai fare, se ti poni questa domanda significa che hai praticato poco la lettura, altrimenti sapresti cosa è originale e sapresti anche che le cose di cui si scrive sono sempre quelle: amore, soldi e delitti, in varie miscele e percentuali. In pratica si scrive di vita e le cose che accadono sono sempre le stesse; ciò che cambia e che può fare la differenza è lo stile e la voce narrante. Il modo in cui si espone la vicenda, la voce che si usa, il metodo per l’intreccio, la forza dei personaggi, questo fa la differenza.
È la voce che deve essere originale, non l’idea. Certo, se ci fosse anche quella non sarebbe male. Continua a leggere


Lascia un commento

Domanda di un lettore: cos’è la “centesima finestra”?

100thwindowUn gran bel titolo, mi verrebbe di rispondere. Un titolo che evoca, suggestiona e affascina.
Vorrei prendermene il merito ma purtroppo non posso farlo. Il merito è dei Massive Attack, di 3D e del loro cd 100th Window.
Mentre ascoltavo la discografia del gruppo, ho trovato alcuni brani, in particolare Special cases (clicca per il video), che mi ha colpita molto, e ho cercato tutti gli articoli e le  interviste sul gruppo e su 100th window. Continua a leggere


2 commenti

Il mio romanzo “La centesima finestra” a prezzo speciale per tutto agosto

La centesima finestra.omCome anticipato in questo post, per tutto il mese di agosto, il mio “romanzone” (non che sia un tomo di 900 pagine, anzi:  solo il modo affettuoso con cui mi rivolgo a lui) La centesima finestra è in vendita al prezzo speciale di euro 2,49. Se non l’avete ancora letto, questa è l’occasione giusta per farlo. Magari andate al mare o in montagna e una lettura come questa potrebbe aprirvi una finestra sul mondo, anche se non la centesima ;)
Metto qualche link. Scegliete lo store che preferite e il formato che volete. Abbiamo a disposizione epub e mobi, per Kindle, Kobo, Sony, tablet ecc. E non dimenticate, per chi non possiede ancora un lettore, che l’ebook si può leggere anche sul pc o sul Mac.
Link per l’acquisto:

Ultima Books
IBS
Amazon

Naturalmente lo trovate anche sull’Apple Store, su Rizzoli e su molti altri. Non dite che non lo trovate.

Per chi ancora non sa nulla del mio ‘romanzone’, vi rimando alla sua pagina, vedi link sopra,  e a questo tag, dove troverete molti post, tra cui anche descrizioni di luoghi del romanzo e dei personaggi. Continua a leggere


Lascia un commento

Ispirazione per scrivere libri romantici

Caspar_David_Friedrich_-_Der_Wanderer_über_dem_Nebelmeer

Un’altra frase digitata su google: che non possa essere una mia idea mi pare palese.
Come rispondiamo a questa lettrice (ahi, sono già caduta i nel tranello dello stereotipo che vuole le donne paladine del romanticismo) che desidera scrivere storie imbevute nell’elisir del romanticismo? Continua a leggere


8 commenti

Un attimo, un mattino: un romanzo che ha sprecato un’occasione

Rayner_Un attimo, un mattinoL’idea, che in taluni blog o siti danno per scontata, è una bomba: un uomo, Simon, muore sul treno del lunedì mattina, quello che porta i pendolari da Brighton a Londra. Davanti a lui c’è sua moglie, Karen, e una sconosciuta, Lou, che assiste in diretta alla morte. In un altro vagone c’è Anna, la carissima amica di Karen, che ancora non sa che il trambusto che vede è dovuto proprio alla morte di Simon.
Ma in copertina (sulla versione che ho letto io) c’è scritto: «Un romanzo che scandaglia tutti gli aspetti, anche i più reconditi, dell’amicizia tra donne». Molti commenti entusiasti sulla foto di copertina: pare che tante lettrici  – questo sembra essere un “libro da donne” – abbiano preso il libro proprio per la foto di copertina (ricordatelo quando scegliete l’immagine di copertina per i vostri libri!), ma io non l’ho scelto per la foto delle tazze e nemmeno perché il romanzo prometteva di esplorare gli aspetti reconditi dell’amicizia tra donne, aspetto di cui mi frega poco o nulla. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.215 follower